I CRU UNIPOL


I Consigli Regionali Unipol (CRU) sono Organismi informali composti dai rappresentanti regionali delle Organizzazioni del mondo del lavoro, della cooperazione e delle PMI: CGIL‐CISL‐UIL, Legacoop, CNA, Confesercenti, CIA. Inoltre i CRU vedono la presenza dei rappresentanti dell’Associazionismo ambientale, sociale e culturale.

I CRU hanno il compito di:

  • essere il luogo di raccolta dei bisogni, valutazione delle soluzioni, condivisione degli strumenti, sia per i prodotti, che per le campagne, che per i progetti sociali;
  • essere un panel strutturato per la rilevazione di qualità ed affidabilità percepite;
  • essere l’attore territoriale per la declinazione e diffusione delle politiche di sostenibilità;
  • essere il veicolo dell’identità del Gruppo presso opinion leader territoriali ed istituzioni.
  • Sviluppare iniziative sulle principali questioni di sviluppo del territorio (sviluppo economico, sociale, culturale), in logica di sostenibilità e di creazione di valore condiviso.

I CRU, anche su sollecitazione dalle organizzazioni aderenti, stanno approfondendo già da diverso tempo le problematiche delle aree interne e le opportunità collegate alla SNAI.

Sono state organizzate diverse iniziative di confronto pubblico con il contributo di esperti e di tanti soggetti che si occupano dei progetti territoriali (amministratori pubblici, associazioni locali, rappresentanti di associazioni economiche).

Da tali iniziative è emerso con forza la necessità di creare un sistema di collaborazione tra le istituzioni pubbliche e private per sostenere e arricchire le politiche a favore di questi territori.

L’emergenza collegata alla pandemia Covid19 ha reso ancora più evidente le fragilità delle aree interne e dei loro abitanti; nello stesso tempo ha fatto capire che questi territori potranno avere, se supportati da corrette politiche pubbliche e private, una nuova centralità e diventare protagonisti di una nuova idea di Paese e di Sviluppo.

Da qui la scelta dei CRU di sostenere la nascita di un progetto nazionale che possa, in collaborazione costante con le istituzioni,  aiutare la realizzazione delle politiche pubbliche e private, facilitando il rilancio di questi territori, tanto fragili quanto potenzialmente strategici per il futuro del nostro Paese.

I CRU e le organizzazioni che li compongono, grazie alla loro rete di relazioni trasversali, territoriali e nazionali, alle competenze che possono esprimere e alla forza che gli deriva dall’essere parte di un grande sistema, possono essere un soggetto determinante per sostenere, arricchire e concretizzare la realizzazione della SNAI e più in generale il complessivo tema dello sviluppo territoriale delle aree più marginali del Paese.