Il Gruppo Unipol è sponsor del murale ‘botanico’ di via Fratelli Calandra a Torino, una strada che può essere considerata di diritto una “porta”, un ingresso ideale che invita verso il centro del capoluogo piemontese. L’iniziativa è promossa dal Comune di Torino, con la collaborazione di 24 ORE Cultura. Il murale ‘floreale’, dal titolo Althaea officinalis L., è stato presentato alla stampa e inaugurato al pubblico ieri.

All’evento sono intervenuti Rosanna Purchia, Assessora alla Cultura e Carlotta Salerno, Assessora alle Politiche Educative, Giovanili, Periferie e Rigenerazione Urbana della Città di Torino, Paola Cappitelli, Responsabile sviluppo mostre e progetti internazionali 24 Ore Cultura e Gianmaria Restelli, Responsabile Comunicazione Esterna e Corporate Image Gruppo Unipol.

“Abbiamo aderito all’iniziativa del Comune di Torino perché ci interessano progetti che fanno apprezzare l’arte anche al di fuori dei luoghi canonici e direttamente nel territorio urbano” afferma Vittorio Verdone, Direttore Communication and Media Relation del Gruppo Unipol -. Il murale botanico di DOA OA, oltre che alla sua eccelsa qualità estetica, fa pensare alla storia e alla forza della natura e all’obbligo di preservarla”.

DOA OA è un’artista multidisciplinare della Galizia che utilizza per i suoi dipinti i muri, su cui rappresenta spesso elementi decostruiti di specie vegetali, intesi come vere e proprie ‘scene’ di illustrazioni botaniche. Il soggetto artistico scelto da DOA OA per la Città di Torino ricade all’interno del progetto dell’artista “Reforesting” (Riforestazione). L’obiettivo è quello di avvicinare da una parte lo spettatore alla conoscenza delle piante medicinali e del loro impiego tramandato dalla tradizione millenaria della fitoterapia, dall’altra ritrarre la bellezza del regno vegetale. Attraverso la visione dei suoi quadri murari “fiorisce” nell’osservatore anche la consapevolezza della necessità di conoscere il nostro ecosistema, per rispettarlo al meglio.

Per il Gruppo Unipol sostenere questo importante appuntamento culturale rientra in una strategia di sponsorizzazione che fa della promozione della cultura una delle principali aree di intervento dell’azienda. Una scelta coerente con i valori aziendali, intrapresa nella convinzione che lo sviluppo economico dell’impresa debba progredire accompagnando e sostenendo anche la crescita culturale e sociale della comunità in cui opera. Per essere vicini alle persone, ai loro bisogni e alle loro passioni.