Sì è svolto dal 28 settembre al 1 ottobre nelle lagune dell’Oristanese la prima edizione del Festival delle Peschiere promosso da Legacoop Sardegna e Dromos Festival, in collaborazione con CRU Sardegna Unipol e Regione Sardegna – Strategia regionale Sviluppo Sostenibile. Quattro giorni di dibattiti, con tavole rotonde e relatori di valenza nazionale, spettacoli e aree ristoro, tra Oristano e le peschiere di Mar’e Pontis e di Mistras, nel territorio di Cabras, e di Marceddì in quello di Terralba. 

Le lagune della provincia di Oristano sono luoghi ricchi di tradizioni e attrazioni naturali, autentico scrigno di biodiversità e siti elettivi per numerose specie animali e vegetali, un contesto ambientale unico nel suo genere, dove incidono attività come la piccola pesca lagunare, la ristorazione, il turismo culturale, ambientale, enogastronomico. Con l’obiettivo di contribuire a diffondere sempre più l’idea di un nuovo modello di Sviluppo Sostenibile ben incarnato nell’Agenda 2030 dell’ONU, il primo Festival delle Peschiere,  è stato organizzato all’interno del Festival dello Sviluppo Sostenibile promosso da Asvis.