È stata inaugurata ieri, alla presenza delle Alte cariche dello Stato e dell’Arma dei Carabinieri oltre a massimi rappresentanti di primarie aziende italiane, la mostra “Carlo Alberto Dalla Chiesa: l’Uomo, il Generale 1982-2022” presso il rinnovato Museo Storico dell’Arma dei Carabinieri di Piazza Risorgimento, a Roma.

La mostra, curata dal giornalista Andrea Pamparana, sarà successivamente itinerante e allestita anche a Milano, Torino e Palermo, oltre che disponibile in streaming e on line attraverso i principali siti social sul web. L’iniziativa ha l’obiettivo di far conoscere, alla cittadinanza e soprattutto ai giovani delle scuole, la vita straordinaria di un uomo, Carlo Alberto dalla Chiesa, che fu un “servitore dello Stato”, un Carabiniere che in ogni suo atto ha confermato che il motto dell’Arma “fedele nei secoli” non è uno slogan, ma una predisposizione dell’animo. Fino al sacrificio finale a Palermo, il 3 settembre 1982, nel suo nuovo incarico di Prefetto, dopo aver a lungo combattuto la mafia e contribuito alla sconfitta del terrorismo negli anni di piombo, che hanno tragicamente insanguinato il nostro Paese.

Carlo Alberto Dalla Chiesa rappresenta un punto fermo della nostra storia per il valore professionale e morale dimostrato, portatore di un messaggio di legalità da trasmettere alle nuove generazioni. Lui non si sarebbe certamente definito un eroe, piuttosto una persona integra e attenta a coloro per cui dobbiamo essere massimamente responsabili, come traspare dalle sue parole: “Certe cose non si fanno per coraggio, si fanno solo per guardare più serenamente negli occhi i propri figli e i figli dei nostri figli”. Il Gruppo Unipol ha deciso di sostenere questa iniziativa realizzata in sua memoria per l’attenzione da sempre posta alla diffusione della conoscenza e alla disseminazione dei valori su cui si fonda la società civile.

Foto canale Twitter UnipolSai Corporate

Aggiorna le preferenze sui cookie