Come esito di un progetto formativo nazionale hanno scritto il primo Manifesto della mobilità sostenibile della scuola italiana assieme a 2.000 loro coetanei di tutte le Regioni.

Obiettivo: raccogliere le idee dei giovani per la mobilità futura nella Città Metropolitana di Milano e a San Donato Milanese.

Dopo il confronto con il Ministro Enrico Giovannini, avvenuto durante la Settimana Europea della Mobilità a settembre, le alunne e gli alunni del Progetto O.R.A. – Open Road Alliance hanno incontrato oggi l’amministrazione di San Donato Milanese e della Città Metropolitana di Milano. Sono 60 gli studenti lombardi, coinvolti nel progetto di Fondazione Unipolis e Cittadinanzattiva che dopo un percorso formativo hanno scritto il primo Manifesto della mobilità sostenibile della scuola italiana, assieme ad altri 2.000 coetanei di tutto il Paese.

Presentato a Roma, Il Manifesto ha preso ora la via delle città metropolitane per la fase decisiva del progetto, quella in cui gli studenti incontrano le istituzioni locali per proporre le loro idee sui temi della mobilità; un momento di confronto con le amministrazioni in cui i giovani diventano ambasciatori della mobilità sostenibile nelle comunità in cui vivono.

All’incontro, svoltosi presso Liceo Scientifico “Primo Levi” di San Donato Milanese (MI) hanno partecipato Beatrice UguccioniConsigliera Delegata della Città Metropolitana di Milano; Andrea ChecchiSindaco di San Donato Milanese; Gianfranco Ginelli​, Assessore alla mobilità San Donato MilaneseChiara PapettiAssessore all’istruzione San Donato Milanese 

Tra le idee presentate durante l’iniziativa, l’elaborato video Spostati, ma verso la sostenibilità  che parte dalle realtà di San Donato Milanese e San Giuliano Milanese mostrando le piste ciclabili realizzate dai Comuni, con l’idea di ampliarle e migliorarle per promuovere l’uso delle biciclette e dei monopattini elettrici, mezzi sostenibili per eccellenza secondo gli studenti. Anche gli ecobus sono presentati dagli studenti nell’elaborato come una buona soluzione all’inquinamento.

Un secondo elaborato video È O.R.A. di fare una scelta  si configura invece come una medaglia a due facce: la prima presenta un lontano futuro distopico, frutto dell’irrazionalità umana e di scelte sbagliate in termini di mobilità, la seconda presenta un futuro sostenibile per l’uomo e per il pianeta.

“Apprezziamo il lavoro realizzato dai nostri studenti – ha detto il Sindaco di San Donato Milanese Andrea Checchi – ben conoscendo la loro sensibilità al tema della tutela dell’ambiente e l’interesse con cui guardano al futuro del nostro territorio. Il loro punto di vista, naturalmente, per noi amministratori rappresenta una preziosa bussola per orientare le prossime scelte in materia di sostenibilità e mobilità”. 

“Sono colpita dalla preparazione e dalla maturità che gli studenti e le studentesse hanno dimostrato nell’affrontare questo tema strategico – ha dichiarato Beatrice Uguccioni,  Consigliera delegata alla Mobilità della Città metropolitana di Milano – Per dare risposte concrete alle loro istanze le Istituzioni devono ragionare in termini di area vasta coinvolgendo tutti gli attori del territorio. Come Città metropolitana di Milano stiamo cercando di lavorare nel senso indicato dagli studenti, come dimostra la recente approvazione del Biciplan che si pone l’obiettivo ambizioso di realizzare 750 chilometri di piste ciclabili per collegare i nostri 133 Comuni”.

I giovani diventano quindi ambasciatori della mobilità sostenibile nelle comunità in cui vivono, le 14 aree metropolitane del nostro Paese, che ospiteranno ciascuna uno o più incontri con sindaci, assessori di riferimento e delegati delle città metropolitane.

Studenti e docenti saranno i protagonisti degli incontri nei quali racconteranno il percorso formativo e laboratoriale, svolto tra il 2020 e il 2021 nonostante le difficoltà della pandemia, in cui hanno analizzato la mobilità nella sua dimensione sociale, economica, ambientale e della sicurezza.

Sono 93 le classi partecipanti al progetto, per un totale di circa 2.000 studenti all’ultimo anno delle Scuole Secondarie di 2° grado, accompagnati da 140 docenti referenti. Le classi, 44 delle quali hanno indirizzo liceale, 35 indirizzo tecnico e 14 indirizzo professionale, provengono da 57 scuole delle aree metropolitane di Bari, Bologna, Cagliari, Catania, Firenze, Genova, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Reggio Calabria, Roma, Torino e Venezia.

 

 

 

Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Sono presenti anche cookie di “terze parti” per consentire la presenza di contenuti generati direttamente da altre organizzazioni, integrati nella pagina del sito e riportanti informazioni dei social network. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o per esprimere le tue preferenze sull’uso dei singoli cookie clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi