Si è svolto questa mattina l’evento “Riconversione green ed economia circolare in Piemonte alla luce del PNRR” organizzato dal CRU Unipol Piemonte in occasione del Festival Sviluppo Sostenibile promosso da Asvis.

L’iniziativa ha inteso avviare una riflessione ed un confronto tra le associazioni di rappresentanza del CRU, le istituzioni, il mondo dell’università e della ricerca sui processi ed i supporti di varia natura (finanziari, formativi di trasferimento tecnologico, ecc…) che si possono mettere in campo per facilitare la transizione delle pmi operanti nei vari settori verso un modello economico più sostenibile, in particolare con l’adeguamento e il ripensamento dei cicli produttivi secondo i principi dell’economia circolare. Questo in particolare alla luce delle opportunità offerte dal PNRR e dai fondi europei eventualmente utilizzabili per supportare progetti innovativi e con l’obiettivo di salvaguardare l’occupazione e creare nuovi e sempre più qualificati posti di lavoro.

Dopo l’introduzione dei lavori di Carlo Chiama Presidente CRU Piemonte (min 4.00 del video), Ludovica Lella, Ricercatrice IRES Piemonte (min 12.00), ha presentato una relazione di contesto (qui le slide) che ha evidenziato come la transizione verso la sostenibilità rappresenti per il Piemonte una straordinaria occasione per innovare e rilanciare il proprio sistema socio-economico, per un nuovo modello di sviluppo che coinvolga tutti i settori produttivi e le comunità

A seguire si è svolta una tavola rotonda virtuale.

Elena Piastra Sindaca di Settimo Torinese e Vicepresidente Anci Piemonte (min32.00) ha parlato delle difficoltà normative del recupero dei rifiuti aziendali e dell’importanza della condivisione delle buone pratiche tra gli enti locali.

Silvia Barbero Docente Politecnico di Torino Responsabile Circular Design della Piattaforma Circular Economy  (min 40.40) ha poi illustrato la piattaforma creata per mettere insieme tutte le competenze sulla circolarità presenti in Piemonte stimolando il dialogo tra i ricercatori e le imprese così da poter portare avanti azioni concrete con più facilità.

Massimo Pozzi Segretario Generale Cgil Piemonte a nome Di Cgil, Cisl, Uil (min 48.30) ha affrontato il tema del rapporto tra sostenibilità ambientale e inclusione sociale e della problematica delle piccole e piccolissime aziende ad adattarsi alle continue nuove modalità di lavoro che richiede il mercato.

Dimitri Buzio, Presidente Legacoop Piemonte a nome di Cia, Cna, Confesercenti, Legacoop (min 1h.01) ha affrontato il tema delle micro imprese (in Piemonte il 99% delle imprese) che devono essere aiutate a intraprendere un percorso di crescita qualificata in ottica di sostenibilità e coinvolte  per non escluderle dalle opportunità dei finanziamenti.

Sul tema dell’intelligenza artificiale Emanuela Girardi presidente Pop.Ai (min 1h.13) ha sottolineato l’importanza del supporto che le tecnologie posso dare all’economia circolare ad esempio sviluppando nuovi indicatori che misurino oltre allo sviluppo economico anche la sostenibilità. I corpi intermedi potrebbero inoltre aiutare a sviluppare “distretti industriali digitali”, comunità di piccole aziende che possano condividere informazioni e dati per far si che ad esempio rifiuti di alcune aziende possano diventare risorse per altri.

Valentino Bobbio, Segretario generale Next E Coordinatore Goal 12 Asvis (min 1h.24), ha parlato del ruolo fondamentale dei cittadini nello sviluppo dell’economia circolare utilizzando  il loro potere di scelta e spesa premiando le imprese orientate alla sostenibilità sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista del rispetto dei lavoratori.

Stefania Crotta Dirigente Ambiente, Energia, Territorio Regione Piemonte (min 1h.33) è intervenuta ribadendo il massimo impegno della Regione sulla sostenibilità e per agevolare le imprese nel creare percorsi di produzione dei prodotti in ottica di economia circolare.

Ha concluso i lavori Marisa Parmigiani Head Of Sustainability, Consigliere Delegato E Direttrice Fondazione Unipolis e Presidente Csr Network. “Non abbiamo più tempo. L’economia circolare rappresenta in questo processo evolutivo di lotta al cambiamento climatico un elemento fondamentale in cui il capitale umano e la persona devono essere sempre al centro. In questo processo ” ha sottolineato  poi Parmigiani “hanno un ruolo fondamentale il continuo investimento nell’innovazione tecnologia e la connessione delle risorse e delle competenze per estendere il più possibile la partecipazione“.

L’evento è stato condotto da Stefano Parola Giornalista la Repubblica.

 

Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Sono presenti anche cookie di “terze parti” per consentire la presenza di contenuti generati direttamente da altre organizzazioni, integrati nella pagina del sito e riportanti informazioni dei social network. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o per esprimere le tue preferenze sull’uso dei singoli cookie clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi