È stato presentato lo scorso 10 maggio a Milano il nuovo piano industriale del Gruppo Unipol che punta ad obiettivi ambiziosi, ma raggiungibili, come ha più volte sottolineato Carlo Cimbri, CEO del gruppo. Il piano, denominato Mission Evolve, vuole segnare un ulteriore passo avanti del gruppo, nei prossimi tre anni (2019-2021) puntando molto sull’innovazione e sulla tecnologia, la base di un processo ormai maturo che ha portato il gruppo ad essere leader europeo dal punto di vista tecnologico nel settore assicurativo.

In grande rilievo nel nuovo piano industriale anche il tema della sostenibilità, nell’ottica di essere “always one step ahead”. Infatti, il nuovo piano industriale prevede di centrare entro il 2021 tre obiettivi previsti dall’Agenda 2030, il programma racchiuso all’interno dell’”Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile” istituita dalle Nazioni Unite nel 2015.

  • L’obiettivo 3, Salute e Benessere, attraverso una serie di soluzioni accessibili che si integreranno anche con il sistema pubblico del welfare, estendendo la protezione a un pubblico più ampio e intervenendo nella prevenzione.
  • L’obiettivo 8, Lavoro Dignitoso e Crescita Economica, sostenendo e rafforzando il business e la resilienza delle agenzie.
  • L’obiettivo 11, Città e Comunità Sostenibili, attraverso prodotti e servizi di mobilità integrata per privati e imprese, per una maggiore sicurezza e sostenibilità delle città e delle comunità.

Ecco punti principali del piano:

  • Rafforzare la leadership nel settore assicurativo facendo leva sui propri asset distintivi:
    • Prima Rete distributiva in Italia con oltre 8.500 punti di vendita e 30.000 intermediari
    • Eccellenza del modello liquidativo
    • Utilizzo estensivo della telematica e dei dati
  • Confermare il proprio primato anche oltre l’orizzonte di Piano attraverso una evoluzione da leader di mercato in Italia nell’assicurazione Danni a leader negli ecosistemi Mobility, Welfare e Property. Per essere sempre un passo avanti.
  • L’ecosistema Mobility prevede il lancio di nuove soluzioni di mobilità grazie, tra l’altro, al noleggio a lungo termine e ai pagamenti in mobilità; è prevista, inoltre, una ulteriore evoluzione della telematica in ambito Auto.
  • L’ecosistema Welfare prevede lo sviluppo di nuove soluzioni grazie alla piattaforma di flexible benefit, Internet of Things e telemedicina, nonché soluzioni per ottimizzare la spesa sanitaria privata delle famiglie italiane.
  • L’ecosistema Property, infine, prevede una evoluzione dell’integrazione tra assicurazione, domotica e assistenza in una logica di architettura aperta e lo sviluppo delle utility.
  • Una nuova proposta al mercato che offre soluzioni alla pluralità dei bisogni dei clienti, integrando la protezione delle persone e delle aziende con servizi innovativi connessi alla mobilità, alla salute e al patrimonio.

Il comunicato stampa completo in formato pdf è disponibile qui

(Foto fonte canale twitter Gruppo Unipol)

Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Sono presenti anche cookie di “terze parti” per consentire la presenza di contenuti generati direttamente da altre organizzazioni, integrati nella pagina del sito e riportanti informazioni dei social network. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o per esprimere le tue preferenze sull’uso dei singoli cookie clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi