Il 22 marzo scorso si è tenuto a Genova presso il Port Center l’incontro  “Porto e Città” sui temi del turismo e dalla comunicazione proseguimento del progetto promosso nei mesi scorsi dal Consiglio Regionale Unipol.  Al centro dell’appuntamento, che ha coinvolto e visto confrontarsi responsabili comunicazione delle organizzazioni del C.R.U., dell’Autorità di Sistema e delle Amministrazioni Locali, la necessità di migliorare il tono di un rapporto che è sempre stato piuttosto problematico tra il porto e la città, sviluppando progetti che portino consapevolezza e allo stesso tempo generino sul territorio valore condiviso.
Due sono gli aspetti su cui ci si è concentrati:
  • Trovare modalità per mettere a sistema le esperienze di tutti i soggetti coinvolti, consentendo così di far conoscere iniziative, eventi e appuntamenti a un numero sempre maggiore di persone. L’idea è quella di creare un network comunicativo in cui condividere iniziative realizzate in questo luogo suggestivo o che riguardino il porto per socializzarle su più ampia scala e promuoverle su più canali. L’obiettivo è infatti quello di aprirsi e contaminarsi per far vivere il porto come parte integrante della città, con il suo carico di storia, cultura, ma anche come risorsa economica legata al lavoro di migliaia di persone e al turismo.
  • Simulare una visita 3D del Porto per generare curiosità, consapevolezza, promuovere formazione e divertimento. Il progetto si sviluppa attraverso 3 esperienze che consentono di fornire – giocando- una panoramica a 360° di quella che è l’attività e la vita del porto: numeri, zone sconosciute o non visitabili da vicino come le banchine dove attraccano le navi portacontainer, il lavoro e gli oggetti che caratterizzano il luogo.  Questo progetto è reso possibile grazie alle competenze messe a disposizione da Siat, che sta lavorando per trovare ulteriori partner tecnici e canali di finanziamento, ma che ha già avuto anche segnali di interesse di Sony e FastFone, aziende leader nei rispettivi settori.
Al gruppo di lavoro di venerdì 22 marzo ha partecipato anche l’assessore regionale Giovanni Berrino, che, insieme agli altri soggetti presenti, ha potuto testare una versione demo dell’esperienza 3D sul Porto e ascoltato con molto interesse le proposte e le osservazioni per una valorizzazione in termini innovativi del Porto di Genova anche a fini turistici.
Ecco alcune foto dell’incontro:

Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Sono presenti anche cookie di “terze parti” per consentire la presenza di contenuti generati direttamente da altre organizzazioni, integrati nella pagina del sito e riportanti informazioni dei social network. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o per esprimere le tue preferenze sull’uso dei singoli cookie clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi