MENU

Parte il 21 marzo la seconda edizione di Innovalp

Sibari e la Costa dei Tre Miti. Ottenuto il...

4 maggio 2018 Commento Views: 951 Ambiente, Toscana

Bellezza Italia per la salvaguardia del sistema dunale costiero toscano

Salvaguardare il sistema dunale costiero della Toscana, che svolge un ruolo strategico per la mitigazione del rischio di erosione e la riduzione degli effetti dei cambiamenti climatici, grazie a un progetto pilota che permetterà di intervenire in maniera mirata e adeguata valorizzando al contempo le potenzialità turistiche dell’area. 

È questo l’obiettivo del nuovo intervento del progetto Bellezza Italia, che vede insieme il Gruppo Unipol e Legambiente all’opera con progetti di recupero e riqualificazione di aree del nostro Paese di inestimabile valore e bellezza.

L’appuntamento è per mercoledì 9 maggio alle ore 11 presso la saletta multimediale dell’Ente Parco della Maremma in via del Bersagliere 7/9 ad Alberese (Grosseto).

All’incontro saranno presenti: Maria Luisa Parmigiani, responsabile sostenibilità Gruppo Unipol; Stefano Ciafani, presidente Legambiente; Luca Agresti, vicesindaco Comune di Grosseto; Lucia Venturi, presidente Ente Parco della Maremma; Lorenzo Moncini, Centro Ricerche CRISBA-ISIS “Leopoldo II di Lorena”.

In contemporanea, presso la spiaggia di Collelungo, nel Parco della Maremma, Legambiente realizzerà una visita-studio che coinvolgerà circa 50 studenti delle scuole secondarie di primo grado con un monitoraggio della beach litter e la pulizia della spiaggia.

Bellezza Italia ha un obiettivo concreto: valorizzare i luoghi e le esperienze più qualificanti del Paese, sia dal punto di vista sociale che ambientale. Luoghi di inestimabile valore per bellezza, ricchezza storica, archeologica e che rendono unica l’Italia. Grazie al sostegno del Gruppo Unipol Legambiente realizzerà, nel corso degli anni, progetti di recupero e riqualificazione di aree del nostro Paese penalizzate da fenomeni di degrado ambientale o sociale. Zone che grazie a questi interventi saranno restituite alla fruizione dei cittadini. Ma non solo: il progetto sarà anche uno strumento per diffondere la cultura della legalità e dei diritti, per favorire tutte le sinergie possibili tra società civile, imprese e istituzioni impegnate in territori difficili, nei quali Legambiente mette a dispo- sizione la propria esperienza di cittadinanza attiva per la difesa dei diritti e dell’ambiente. Gli interventi saranno fatti in zone pregiate dal punto di vista naturalistico o culturale, ma anche in luoghi sociali di particolare valore, come le esperienze di gestione civica degli spazi sociali urbani e periferici; ambienti che grazie a Bellezza Italia verranno  restituiti ai cittadini. La presenza diffusa a livello nazionale dei circoli di Legambiente è garanzia di successo per la realizzazione del percorso di impegno e valorizzazione degli spazi di anno in anno selezionati.

 

 

Etichette:

I commenti sono chiusi

Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi