Malgrado la crisi che ha colpito forte anche il mondo cooperativo in Liguria riducendo il numero delle imprese, occupati e fatturato sono invece in crescita. È uno dei temi emersi dalla Biennale dell’Economia cooperativa (vedi il programma qui) che si è svolta al Palazzo della Borsa di Genova il 2 e 3 dicembre scorso. “Nell’anagrafe complessiva dei nostri associati, che sono circa 350, fra il 2010 e il 2015 abbiamo perso 84 imprese e oltre 30 milioni di fatturato. Un colpo pesante che si concentra soprattutto nel biennio 2010-2012“, ha detto Gianluigi Granero, presidente di Legacoop Liguria . “Fortunatamente il dato dell’occupazione complessiva e del fatturato sono in crescita. Se gli associati stanno risalendo pur senza ancora compensare le uscite, gli occupati sono invece oltre 15 mila, quasi 3 mila in più rispetto al 2010. Significa che c’è stata una grande difficoltà che ha fatto chiudere molte imprese ma c’è stata anche una forte riorganizzazione del sistema“. Granero ha anche aggiunto che “Negli anni abbiamo sempre cambiato, prima eravamo aggregatori di mestieri tradizionali e oggi invece siamo aggregatori di mestieri innovativi, con attenzione alle nuove tecnologia e alla capacità di stare sul mercato. Per il futuro guardiamo al settore dell’innovazione, ma sempre con un occhio attento alla comunità e ai suoi bisogni” .

Alla Biennale, tra i numerosi ospiti è intervenuto anche il ministro della giustizia Andrea Orlando  “Il mio primo ricordo è quello della cooperativa nei nostri quartieri, il posto dove si andava a fare la spesa prima che si concentrassero tutte le piccole cooperative per diventare grande distribuzione. Crescendo la cooperativa e’ stata associata a una possibilità di accedere insieme a beni che individualmente non erano raggiungibili, la casa, il lavoro, la possibilità di dare servizi a chi si trova in difficoltà.  Questa è una fase in cui è particolarmente necessaria la solidarietà.” Il ministro a poi aggiunto “Siamo in un momento in cui non sempre lo stato riesce a svolgere questo ruolo e, allora, il mondo della cooperazione diventa quello che assomiglia di più al pubblico nella dimensione del mercato nella dimensione della competizione. E questo credo sia lo strumento che in questa stagione può essere fondamentale”.

Il gruppo Unipol ha partecipato ai lavori in due distinti momenti il 3 dicembre. Al mattino con Marisa Parmigiani ad una tavola rotonda sull’adattamento ai cambiamenti climatici e sugli obiettivi del progetto DERRIS e al pomeriggio con i rappresentanti delle organizzazioni socie del CRU Liguria per un confronto sul tema del turismo e dello sviluppo locale e delle possibili sinergie per la costruzione di un progetto di rete nel 2017

I video completi dei due eventi e alcune foto scattate durante le due giornate.

 

 

economia-cooperative-legagoop-liguria1 economia-cooperative-legagoop-liguria3 economia-cooperative-legagoop-liguria4 economia-cooperative-legagoop-liguria5 economia-cooperative-legagoop-liguria6 economia-cooperative-legagoop-liguria7 economia-cooperative-legagoop-liguria8 economia-cooperative-legagoop-liguria9

unipol8 unipol9

Gentile Utente, ti informiamo che questo sito fa uso di cookie propri e di altri siti al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare. Sono presenti anche cookie di “terze parti” per consentire la presenza di contenuti generati direttamente da altre organizzazioni, integrati nella pagina del sito e riportanti informazioni dei social network. Se accedi ad un qualunque elemento sottostante questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o per esprimere le tue preferenze sull’uso dei singoli cookie clicca qui

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi